Oro Forever :: Stelle, Elettronica Flessibile e Cuore Umano

Oro forever ! E’ proprio il caso di dirlo. L’oro presente sul nostro bel pianeta, che potrebbe aver avuto origine dallo scontro tra stelle superdense, può essere usato anche per produrre elettronica flessibile ed aiutare cuori bisognosi d’aiuto.

Buona lettura.

 

Oro sulla Terra Da Stelle Morte che si Scontrano

L’oro sulla Terra potrebbe aver avuto origine dallo scontro di stelle superdense.

oro-colllisione-stelle

Impressione artistica sulla collisione tra due stelle di neutroni, che producono GRB corti secondo le ultime osservazioni (Immagine : Dana Berry, SkyWorks Digital, Inc. via cfa.harvard)

La rarità dell’oro sulla Terra è in parte dovuta alla sua rarità nell’universo.

Dal momento che, al contrario di carbonio e ferro, l’oro non può nascere all’interno di una stella, gli scienziati suppongono che abbia avuto origine da eventi catastrofici come i GRB corti.

Proprio l’osservazione di un evento del genere accaduto il 3 giugno 2013, il GRB 130603B individuato dal telescopio spaziale Swift della NASA, ha permesso di provare che l’oro nasce dalla collisione – lo scontro – di due stelle di neutroni, i nuclei morti di stelle che sono esplose sotto forma di supernova.

Un inusuale bagliore durato per diversi giorni sul sito del GRB 130603B potrebbe essere un’ulteriore conferma di come la collisione tra stelle di neutroni dia origine a grandi quantità d’oro ed altri rari elementi pesanti.

_ GRB : gamma ray burst, le esplosioni più potenti dell’universo che danno origine a lampi di luce ad alta energia (raggi gamma); sono corti o lunghi a seconda della durata.

Ecco, GRB 130603B è durato meno di due decimi di secondo [è corto]. E ha illuminato l’universo a 3.9 miliardi di anni luce da noi.

_ I Telescopi Fermi e Swift Registrano il GRB Più Energetico di Sempre

Stimiano che la quantità d’oro prodotta e sparata durante la fusione delle due stelle di neutroni possa equivalere a 10 masse della Luna,

dice il primo autore dello studio Edo Berger dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CfA).

Ne potresti fare una catenina dalla massa pari circa ad un decimo di quella della Terra. Un pò troppo pesante da appendere al collo.

(cfa.harvard)

 

Oro nell’Elettronica Flessibile : Schermi e Dispositivi Medici Pieghevoli

Ingegneri scoprono che del materiale elastico integrato con nanoparticelle d’oro può fare da conduttore flessibile per l’elettricità.

poliuretano-oro-conduttore-elastico

PIl poliuretano integrato con nanoparticelle d’oro può condurre l’elettricità anche se lo tiri oltre il doppio della sua lunghezza originale. (Immagine: Joseph Xu via UM)

Li pieghi e li allunghi e l’elettricità passa lo stesso.

Essenzialmente i nuovi materiali integrati con nanoparticelle si comportano come metalli elastici, ha affermato Nicholas Kotov, professore di ingegneria chimica, biomedica e dei materiali alla UM.

E’ dura trovare dei conduttori che funzionino anche quando li tiri oltre il doppio della lunghezza originale, i ricercatori hanno provato a farlo con cavi dai percorsi tortuosi o a forma di molla, con metalli liquidi, network di nanocavi e chi più ne ha, più ne metta.

Perché L’Oro ?

I ricercatori sono rimasti sorpresi nel vedere come delle nanoparticelle d’oro incastonate nel poliuretano – un materiale plastico – possano surclassare gli accorgimenti precedenti in quanto ad elasticità e concentrazione di elettroni liberi [più alto è il numero di elettroni, maggiore è la conduzione].

Le nanoparticelle all’interno del materiale sono sistemate in ordine casuale, ma si dispongono in forme a catena quando lo allunghi e questo ne fa degli ottimi percorsi per la conduzione dell’elettricità.

Immagini al microscopio elettronico delle nanoparticelle all'interno del materiale. A sinistra le particelle sono disposto a caso, a destra, nel campione di materiale stirato, le nanoparticelle formano una rete ben distinta (Immagine : Nicholas Kotov)

Immagini al microscopio elettronico delle nanoparticelle all’interno del materiale. A sinistra le particelle sono disposte a caso, a destra, nel campione di materiale stirato, le nanoparticelle formano una rete ben distinta (Immagine : Nicholas Kotov)

Questa scoperta potrebbe portare alla costruzione di elettronica flessibile e dispositivi medici più delicati nei confronti del nostro corpo. Schermi e batterie pieghevoli, impianti che si adattano al corpo potrebbero essere presto disponibili.

I conduttori flessibili potrebbero ad esempio fare de elettrodi che si piegano come il tessuto circostante così da non danneggiarne le cellule, da usare nel cervello per trattamenti del morbo d’Alzheimer e del Parkinson o in impianti per altri organi. (ns.umich)

 

Oro Nel Cuore : Favorire Il Trasferimento dei Segnali Elettrici

Ricercatori integrano tessuto cardiaco con nanofibre d’oro per creare patch che riproduce il sistema elettrico del cuore.

Quando il cuore subisce un infarto, rimane irreparabilmente danneggiato perché le sue cellule non possono moltiplicarsi e presenta poche cellule staminali che possano essere “risvegliate” ai fini della riparazione.

Da Trieste la Cura per Il Cuore Infartuato

Al fine di ripristinare la normale funzione del muscolo cardiaco, gli scienziati sono arrivati a concepire delle “pezze” che possano sostituire il tessuto cardiaco danneggiato : le patch cardiache.

Uno dei problemi più grandi nello sviluppo di queste patch cardiache è fare in modo che riproducano fedelmente il sistema elettrico del cuore, di cui regola ritmo e battito cardiaco.

Ebbene, il Dr. Tal Dvir ed il dottorando Michal Shevach del Dipartimento di Biologia Molecolare e Biotecnologia dell’Università di Tel Aviv hanno ingegnerizzato del tessuto cardiaco integrandolo con minuscole nanofibre fatte di particelle d’oro per favorire il trasferimento dei segnali elettrici tra le cellule del cuore.

_ Ingegnerizzazione : modificazione controllata di un animale, una pianta o una molecola per mezzo dell’ingegneria od altre tecniche.

_ Un Cuore Artificiale con Pelle Bovina ?

Perché l’oro ?

L’oro favorisce il collegamento elettrico tra i biomateriali, inoltre il tessuto cardiaco integrato con particelle d’oro si contrae molto più velocemente e più forte, il che lo rende adatto ad un trapianto. Ma c’è dell’altro.

Il processo di ingegnerizzazione porta alla perdita delle proteine che le cellule cardiache usano per il trasferimento dei segnali elettrici, che impiegano diverso tempo a ricostituirle. Le nanofibre d’oro possono svolgere il compito di connettori fino alla completa ricostituzione di tali proteine. (aftau)

 

Animazione Interattiva di Un Cuore 3D

_ Visualizzazione Scientifica :: Alya Red, Un Cuore Computazionale

 

Quando guardi il catenaccio d’oro al collo di Don Cicciuzzo ricordati che proviene da uno scontro tra stelle decedute, che lo puoi usare per piegare l’elettronica e per dorare cuori “guasti” da far funzionare di nuovo a dovere.

 

Lunga Vita e Prosperità – Lo Scientifico

 

Rispondi